X
GO

Prostatite

Prostatite

La prostata infiammata

L'infiammazione della prostata, detta anche prostatite colpisce circa il 10% degli uomini e si manifesta principalmente sotto i 50 anni di età.

L'infiammazione della prostata o più precisamente della ghiandola prostatica si manifesta con febbre elevata (nella fase acuta), dolore alla prostata, minzione più frequente e dolorosa, difficoltà minzionale e dolore all'inguine e nella regione perineale o dello scroto.

Possiamo distinguere diversi tipi di prostatite:

  • batterica acuta,
  • batterica cronica,
  • abatterica cronica 
  • prostatite asintomatica

La prostatite batterica acuta è dovuta ad una infezione batterica che provoca uno stato infiammatorio acuto. I microorganismi responsabili, che arrivano quasi sempre per via retrograda dall’uretra, possono essere trasmessi per via sessuale o derivare dalla flora intestinale. 
I sintomi più frequenti sono: bruciore urinario, aumento della frequenza e dell’urgenza minzionale, dolere del basso addome, nella regione perineale e allo scroto, febbre, sangue nello sperma, eiaculazione precoce.
La terapia prescritta per la cura di questa patologia è quella antibiotica.

Nella prostatite batterica cronica, causata da batteri persistenti e ricorrenti, i sintomi permangono per mesi. Solitamente il paziente non presenta stato febbrile ma persistono i sintomi irritativi sopra citati per la fase acuta. La terapia è sempre quella antibiotica (anche per 6-8 settimane) utilizzando farmaci che riescano a penetrare con facilità la capsula prostatica.

La prostatite abatterica detta anche sindrome dolorosa pelvica infiammatoria, presenta sintomi simili a quelli della prostatite batterica cronica ma la causa risulta sconosciuta. Infatti non si riscontrano batteri patogeni ed è la tipologia di prostatite più difficile da curare. La sintomatologia può migliorare con l’utilizzo di antinfiammatori, farmaci alfa bloccanti e l’eventuale associazione di fitoterapici; spesso il paziente trae benefici anche da un supporto psicologico e fisioterapico.

La prostatite asintomatica, lo dice la parola stessa, non è accompagnata da sintomi particolari e riconoscibili. La patologia viene diagnosticata casualmente solitamente a seguito di analisi delle urine o dello sperma, accertamenti per valutare la fertilità del paziente o a seguito di un riscontro di PSA elevato. La terapia è generalmente quella antibiotica e antinfiammatoria.

 

Prodotti